Le ultime notizie sull'Olio d'Oliva



L'olio extra vergine d'oliva artigianale vola in Brasile ed è subito amore

Nel paese sudamericano è in atto una rivoluzione del gusto. “Alle nuove generazioni non piace l’olio d’oliva come si faceva anticamente, con il frutto molto maturo. Un olio ben fatto oggi ha caratteristiche di amaro, piccante, fruttato” ci racconta Marcelo Scofano, eco chef di Rio de Janeiro

La cultura dell'extra vergine d'oliva parte dalle scuole per arrivare al futuro

Per amare l'olio d'oliva amaro, piccante e fruttato occorre conoscerlo, usarlo e assaggiarlo. Una volta provato non te lo scordi più. E' da queste premesse che parte l'impegno di Pandolea per le future generazioni. Prossimi appuntamenti il 15 e il 30 maggio a Roma

Quando territorio e frantoiano costituiscono un connubio perfetto

Un monovarietale di Pisciottana per un Cilento che deve rinascere. Se non si ha fiducia nelle certificazioni si può sempre credere alle persone e ai valori che queste esprimono. Oppure al proprio palato, su una purea di fave e patate

Gli Stati Uniti accelerano per avere un proprio modello olivicolo e oleicolo

In Texas a dimora 200 mila nuove piante di olivo mentre la California insedia la nuova commissione governativa sull'olio d'oliva che potrebbe raccomandare l'adozione degli standard australiani

All'olio d'oliva italiano servono umiltà, trasparenza e corretta informazione

La realtà globale ci obbliga ormai a pensare, parlare e scrivere in inglese. Claudio Peri ci spiega perchè occorra creare un “network internazionale di operatori della filiera (dai produttori agli chef) dedicati alla valorizzazione degli oli di eccellenza”

Tracciabilità e certificazione per l'olivicoltura del futuro

Per distinguersi nel mondo dell'olio d'oliva occorre serietà, professionalità e avere le carte in regola. Fondamentale allora la certificazione varietale e fitosanitaria dell’olivo e la tracciabilità dei prodotti della filiera olivicola-olearia. Se ne parlerà a Rende il 16 maggio

Solo gli extra vergini ad alto contenuto fenolico possono ridurre i disturbi della digestione

I composti fenolici dell'extra vergine ridurrebbero la risposta infiammatoria postprandiale, riducendo i livelli plasmatici di lipopolisaccaridi. Nessun effetto benefico è stato riscontrato per oli a basso o medio tenore fenolico

Per preservare le nostre arterie: cioccolato fondente, mirtilli e olio d'oliva

I tre alimenti contengono importanti quantità di flavonoidi, sostanze vegetali che da anni la ricerca ipotizza siano associate a benefici effetti sui nostri vasi sanguigni

Ebro Foods si ritira dal mondo dell'olio di oliva

Dopo i forfait, anni fa, di Nestle e Unilever, un altro colosso alimentare decide di lasciare il settore oleicolo considerato “complesso”. Cederà presto il 3% rimasto in suo possesso, agevolando la scalata del fondo britannico Cvc Partners



Arrancano i consumi di olio d'oliva nei primi mesi dell'anno

I primi tre mesi del 2014 hanno evidenziato una netta ripresa delle quotazioni, rispettivamente dell’8,2% per l’extra vergine e del 7,8% per il vergine

Gli extra vergini da pochi Yen sbancano in Giappone. E la qualità?

Sfatiamo un mito: l'olio d'oliva in Giappone non costa fortune. Non dappertutto comunque. E' possibile anche acquistarlo, come in Italia, per quattro soldi

Gli extra vergini Dop risentono della crisi ma solo in Italia

Nel 2012 sono state certificate poco più di 10mila tonnellate d'olio d'oliva a denominazione d'origine, in calo rispetto all'anno precedente. Aumenta però l'interesse degli stranieri e con questo l'export, incrementato del 4,9%. Crollo del fatturato per Garda e Umbria Dop